top of page
sfondo-pastello-grigio-chiaro2.jpg
striscie-colorate-fini2.jpg
Blog-grey.png

Test d'acquisto | E-cig: un punto di vendita su quattro vende ancora ai minorenni

Aggiornamento: 1 feb

Dal 1° giugno 2023 in Ticino vige il divieto di vendita di sigarette elettroniche (e-cig) e prodotti simili a giovani al di sotto dei 18 anni. A sei mesi dall’entrata in vigore della modifica, il Dipartimento sanità e socialità (DSS), ha effettuato dei controlli in collaborazione con Radix Svizzera Italiana, che ha svolto dei test d’acquisto sul territorio.


Su 112 punti vendita censiti in prossimità di 21 scuole medie, circa uno su quattro ha venduto Puff Bar a minori, nella quasi totalità dei casi senza accertare in alcun modo l’età – tramite domanda diretta e/o richiedendo un documento di identità – dei giovani e delle giovani acquirenti.





Il progetto dei test d’acquisto è una misura preventiva che non ha scopo sanzionatorio, ma vuole verificare il rispetto della normativa di protezione della gioventù e sensibilizzare gerenti e personale di vendita.


Proteggere le fasce di popolazione più giovane è una responsabilità di tutte e tutti. L’adesione di chi vende sigarette elettroniche e prodotti simili, attraverso la consapevolezza e il rispetto delle misure preventive sancite dalla LSan – nello specifico, verificando l’età di chi cerca di acquistare tali prodotti – è di grande importanza.


96 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page