sfondo-pastello-grigio-chiaro2.jpg
striscie-colorate-fini2.jpg
Blog-grey.png

Sì, proteggiamo i giovani dalla pubblicità del tabacco

Aggiornamento: 23 dic 2021

La popolazione sarà chiamata a pronunciarsi, il 13 febbraio 2022 sull'iniziativa popolare "Giovani senza tabacco". In collaborazione con la Lega Polmonare Ticinese, la Lega ticinese contro il cancro, l'Associazione Svizzera Non fumatori e la Fondazione IdéeSport, noi di Radix Svizzera italiana sosteniamo l'iniziativa e facciamo parte del comitato cantonale della campagna.


I giovani sono maggiormente sensibili agli effetti del tabacco, visto che il loro corpo è nella fase dello sviluppo. Quanto prima si inizia a consumare tabacco, tanto più dannoso sarà il suo effetto.

Numerosi studi hanno dimostrano che esiste una correlazione diretta fra pubblicità e consumo di tabacco. Limitare la pubblicità del tabacco protegge in modo efficace soprattutto i giovani, che così non iniziano a consumare tabacco. Dobbiamo proteggere i giovani: ben un quarto dei diciassettenni fuma saltuariamente o regolarmente. Questo deve cambiare. Perché come società siamo tenuti a proteggere i giovani e a favorirne un sano sviluppo. Per questo motivo, un prodotto così nocivo per la salute come il tabacco non deve essere pubblicizzato ai giovani.


L’unica misura efficace è proteggere i giovani con fermezza: ai minorenni non si devono poter vendere prodotti del tabacco. Di conseguenza, anche la pubblicità del tabacco non deve poter raggiungere i giovani.


Maggiori informazioni sull'iniziativa popolare sono disponibili al sito giovanisenzatabacco.ch


È anche possibile consultare il materiale della nostra associazione sul tema del tabacco rivolto ai giovani, agli adulti, ai genitori e ai docenti/educatori.



40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti